Autori dei versi

 

 

 

Augusto Anedda

È nato a Sinnai (CA) nel 1912. Giornalista, scrittore, poeta. La sua opera comprende vari generi letterari, dalla poesia alla narrativa, dalla saggistica al teatro. Diversi lavori sono stati suggeriti da un forte legame verso il suo paese natio. Ha ottenuto importanti riconoscimenti in Italia e all'estero.

 

Robert Burns

Il più noto tra i poeti scozzesi, nacque ad Alloway nel 1759 da una famiglia di contadini. Ebbe un’educazione sporadica, ma non irrilevante, conosceva profondamente Shakespeare e Milton nonché i più grandi scrittori inglesi del suo tempo. Dopo la pubblicazione della sua prima collezione di poesie Poems conobbe una popolarità senza eguali. La sua produzione poetica comprende circa 400 componimenti molti dei quali sono stati messi in musica dallo stesso poeta considerato, ancora oggi, il più grande autore di canzoni popolari della Gran Bretagna. Morì a soli 37 anni  in seguito a una grave malattia cardiaca.

 

Giovanni Cadeddu

Nato a Sinnai (CA) nel 1921. Sacerdote, poeta, cultore della lingua e delle tradizioni sarde. Ha pubblicato diverse commedie in lingua sarda. Collabora, fin dalla sua fondazione, al periodico locale Questa Sinnai con saggi e brevi romanzi in lingua sarda.

 

Francesco Contini

Vive a Sinnai (CA) dove è nato nel 1928. Poeta versatile e improvvisatore dialettale. Sue composizioni sono state pubblicate in diverse antologie poetiche. Partecipa a concorsi letterari in lingua sarda nei quali si è aggiudicato premi e menzioni. 

 

Franco Carlini

È nato a Vallermosa ma per tanti anni è vissuto a Roma dove si è laureato in lettere moderne. Nella capitale ha fondato e diretto la rivista Sardigna Emigrada; ha scritto per il Manifesto, Su Populu Sardu, Sa Repubblica Sarda. Tra le sue opere letterarie più significative citiamo: Basilisa, romanzo in lingua campidanese (premio letterario Grazia Deledda 2001); S’omini chi bendiat su tempus (Premio città di Selargius 2003); tre libri di poesie: Biddaloca, Sa luna inciusta, Murupintu.

 

Pietro Casu

Sacerdote teologo, romanziere, poeta, linguista,  nonché rinomato predicatore in lingua sarda. Nacque a Berchidda (SS) nel 1878 ed ivi si spense nel 1954. Oltre alle numerose poesie, solo in parte edite, si cimentò nella traduzione della Divina Commedia in lingua sarda. Ha curato la compilazione di un pregevole vocabolario in lingua sarda, pubblicato recentemente.

 

Antioco Casula

Nacque a Desulo (NU) nel 1878. Si dedicò a scrivere poesie in lingua sarda già in giovane età. La sua prima raccolta Boghes de Barbagia fu pubblicata, con lo pseudonimo Montanaru, nel 1904 e l'ultima Sas ultimas canzones. Cantigos de amargura  fu consegnata alle stampe nel 1978, postuma alla sua morte, avvenuta nel suo paese natale nel 1957. La sua produzione vanta più di 300 composizioni. È considerato il maggior poeta lirico in lingua sarda del novecento. 

 

Natalia Di Bartolo

Catanese, ha conseguito la laurea in lettere moderne ed il diploma universitario di alto perfezionamento in canto lirico. È nota negli ambienti musicali e letterari della Sicilia per le sue numerose pubblicazioni e conferenze sulla storia dell’arte e sulla musica operistica. Svolge, inoltre, un’intensa attività concertistica come cantante ottenendo diversi riconoscimenti e premi in prestigiosi concorsi nazionali ed internazionali.

 

Olindo Guerrini

In arte Lorenzo Stecchetti, naque a Forlì nel 1845. Fu poeta, prosatore, saggista, bibliofilo e studioso di letteratura italiana. Abile verseggiatore, si dedicò alla lingua veneta e romagnola raggiungendo una notevole efficacia nel descrivere la psicologia dei suoi conterranei. Tra le sue opere più importanti segnaliamo la raccolta di poesie Postuma, Rime, Polemica  e Nova Polemica, un poema burlesco e parodistico Giobbe. L’opera del Guerrini ebbe vasta risonanza ai suoi tempi per gli atteggiamenti  anticlericali e per la sua aperta denuncia a ogni forma di moralismo. Morì a Bologna nel 1916.

 

Salvatore Lay Deidda

Nato a Desulo (NU) nel 1920. Sacerdote, poeta. Cantore nostalgico e appassionato della sua terra, all’età di soli diciotto anni, seminarista a Napoli, compose in lingua italiana le Nenie Nuragiche, cui sono state ispirate diverse pagine musicali. Successivamente scrisse Cantos de monte e il poema Amsicora in lingua sarda. Parroco a Tonara, scomparve prematuramente nel 1951.

 

Giuseppe Maria Pilo

Nacque a Sassari nel 1716 e morì ad Ales (OR) nel 1786. Uomo dotto, ma semplice e virtuoso. Già frate carmelitano, divenne vescovo della diocesi sarda di Ales e Terralba. Scrisse importanti opere di carattere religioso e pastorale. Tradusse in rime sarde le cose più importanti della dottrina cristiana, da cui è tratto Babbu nostu e Deus ti salvit santa e pura.  

 

Giuseppe Nesle

Nacque a Rocca Canavese (TO) nel 1921 e morì a Chieri (TO) nel 1989. Sacerdote gesuita e fine poeta, fornì a Don Allori innumerevoli testi per canti devozionali, liturgici e per trittici e oratori.

 

Silvio Tessi

Nato ad Iglesias, ha insegnato lettere nelle Scuole della Sardegna e della Liguria e, per un decennio, inviatovi dal Ministero degli Affari Esteri, in Egitto ed  in Marocco. Poeta, scrittore e studioso di archeologia, ha ricevuto riconoscimenti internazionali di grande prestigio. Tra le sue opere più significative ricordiamo la raccolta di liriche Il grande viaggio e il libro Cleopatra, la figlia del re flautista.

 

 

go:home